Fotografare di notte

...con lo Zeiss Planar 50mm F/1.4

Fotografia è scrivere con la luce, e questo si può fare anche quando la luce è poca, come di notte. Basta recarsi in città per trovare lampioni, insegne e luci di negozi accese, per riuscire a rubare qualche suggestivo scatto notturno.

Anche gli obiettivi più blasonati, dai Nikon, ai Tamron, ai Sigma della serie Art, possono avere qualche problema di autofocus quando la luce è scarsa. È  per questo - ma non solo - che ho scelto di utilizzare lo Zeiss Planar 50mm per alcuni scatti notturni a Vicenza.

Come settare la nostra fotocamera per ottenere le migliori foto anche di notte? Dipende da cosa vogliamo fotografare.

Se il nostro intento è quello di catturare primi piani di nostri amici seduti al bar, allora dovremmo alzare gli ISO - 800 Iso o anche di più, dipende dalla nostra fotocamera - aprire la focale a 2.8 e, perché no, utilizzare il flash della fotocamera o un flash esterno. Vogliamo catturare il movimento, non vogliamo foto mosse, e i tempi di scatto dovranno aggirarsi attorno a 1/250". Non ci servirà il cavalletto, perché vogliamo catturare l'attimo piùù significativo.

Se invece vogliamo catturare scene urbane nel contesto architettonico, forse non ci interessa più di tanto catturare il movimento, quanto catturare in modo nitido luci e architetture della notte.

Fondamentale risulta disporre di un cavalletto, meglio se leggero e dotato di sgancio rapido.

Per questo genere di fotografia notturna vi consiglio di settare la vostra fotocamera in modalità Manuale (M sulla ghiera Nikon) in modo da poter cambiare a proprio piacimento apertura del diaframmma e tempo di esposizione.

Con tempi di scatto che possono arrivare fino a qualche secondo, il cavalletto (tripode) diventa fondamentale per non avere foto mosse. La messa a fuoco, come ho detto più sopra, fatela in manuale - vi eviterete tutti quei problemi di mancata messa a fuoco automatica, che in condizioni di scarsa luce sono molto probabili. Divertitevi a provare a variare il tempo di scatto e vedere la vostra foto acquistare in luminosità, o spegnere tutti i toni per catturare solo qualche fonte luminosa proveniente dalle varie insegne, o dalle luminarie, sempre presenti nelle città.

Fotografare di notte non è solo un buon esercizio per provare le proprie capacità tecniche ed artistiche, ma una esperienza che vi arricchirà e vi divertirà.

Fotografare di notte

Fotografare... allo sbaraglio?

Prima della vostra usccita fotografica sarebbe opportuno avere già in mente dove andare e che situazioni si incontreranno. Arriverete nelle vostre location già preparati, sia con la vostra attrezzatura tecnica, sia con l'idea di quello che si vuole fotografare - quindi cosa fotografare e come fotografare. Non preoccupatevi che per improvvisare ...c'è sempre tempo.

Tempi di posa lunghi

Ho già affrontato in un articolo dedicato i tempi di posa lunghi. Nelle footografia notturna in contesto urbano, essi possono venirci in aiuto principalmente per due ragioni: catturare la maggior luce possibile, anche se questa è scarsa; eliminare e rendere non riconoscibili le persone che possono affollare una via o una piazza cittadina.

Fotografare di notte

ATTREZZATURA BASICA PER FOTOGRAFARE DI NOTTE IN CONTESTI URBANI

Fotocamera (digitale o analogica) che possa essere utilizzata in modalità manuale

Cavalletto leggero, possibilmente con sgancio rapido

Opzionale: scatto remoto