THE OLD WALKMAN

Camminavi ed ascoltavi musica. Ha poco a che fare con la fotografia, ma rappresenta un’evoluzione tecnologica e culturale, così come è avvenuto con la fotografia.

L’Aiwa HS-TX376 era un buono walkmen giapponese. L’ho comperato a San Marino nel 1997, e qualche giorno fa l’ho ritrovato in uno scatolone nel sottoscala. Tutto perfetto e funzionante:
• AM/FM Stereo Radio
• Cassette player
• Battery Check indicator
• Auto ear guard System
• 18 station memory

L’avevo pagato 109.000 Lire
Potrei rivenderlo secondo voi?
È quasi un pezzo da collezione. Magari aspetto ancora qualche anno.
Ho una piccola impressione, come se fossi dentro un racconto di fantascienza di William Gibson. Non tanto nel famoso Count Zero (1986, tradotto in Italia con Giù nel Cyberspazio) quanto, se non ricordo male, in Luce virtuale (1994), dove c’è una scena in cui un personaggio si reca in un posto e trova vecchi LP in vinile del secolo scorso.
Ma la vecchia tecnologia molto spesso accompagna la nuova. Se non l’accompagna ritorna come forma di design: il fascino del retrò…

Rimetto via il vecchio walkmen. È come nuovo. Ritorna nello scatolone sottoscala. Chissà cme sarà mutata la tecnologia la prossima volta che ti ritirerò fuori…