SAMYANG 10mm F/2.8

Da un po’ di tempo la casa coreana Samyang sforna una serie di ottiche di tutto rispetto, con un’ottimo rapporto qualità/prezzo. Il mio interesse verso i grandangolari spinti mi ha portato a cercare ulteriori informazioni su quest’ottica – la prima della casa coreana ad utilizzare la tecnologia NCS, Nano Crystal System. Spero che queste informazioni possano esservi d’aiuto se anche voi desiderate un’ottica con un’ampia visuale.

Samyang-10mm-01

Scheda tecnica del Samyang 10mm ED
Messa a fuoco manuale
Formato: APS-C / DX
Apertura massima: F2.8
Apertura minima: F22.0
Angolo: 105.9°
Ottica: 14 elementi in 10 gruppi, di cui 2 elementi asferici, uno ED
Minima distanza di messa a fuoco: 24 centimetri
Peso: 580 grammi
Diametro: 86 mm
Altezza: 77 mm
Petalo integrato con l’obiettivo

Buona la nitidezza fino a F4, che diventa eccellente con diaframmi sopra F/8.
Migliore del Tokina e del Sigma la situazione di flares e gosthings.
Andiamo sui punti meno positivi.
Una delle carenze del Samyang è l’impossibilità di attaccare filtri alla lente.
Un altro punto dolente è la distorisione. Secondo Lenstip il Samyang ha una distorsione più accentuata (-4.19%) rispetto al Sigma 10-20 F/3.5 (-3.05%) e al Tokina 11-16mm F2.8 (-2.95%). Questo è davvero un peccato, in quanto può diventare più complesso correggerla con i tradizionali filtri di Correzione lente.
Nel complesso la mia impressione è comunque positiva.

Il Samyang 10mm è anche il primo obiettivo della casa coreana ad adottare il sistema di rivestimento antiriflesso nano crystal (NCS) che ha il vantaggio di avere una maggiore resistenza alle riflessioni della luce, una migliore trasmissione ed un contrasto maggiore.

Tra le recensioni più dettagliate – per approfondire l’argomento – vi segnalo:
www.lenstip.com