RISPARMIO ENERGETICO IN CAMERA CHIARA

Parliamo di computer perché il fotografo del XXI secolo utilizza la “camera chiara”, e non mi riferisco al saggio scritto dal critico francese Roland Barthes nel 1980, che comunque vi invito a leggere, ma al fatto che l’elaborazione delle fotografie si fa grazie al software.

Non è mia intenzione suggerirvi l’acquisto di una marca rispetto ad un altra, o far singolar tenzone tra questa azienda e quell’altra [cosa che accade in fotografia tra Canon e Nikon, per esempio, e in politica tra destra e sinistra]. Voglio solo attirare la vostra attenzione su un computer che, tra le tante qualità (ma leggete se volete anche “difetti”), ha quello del risparmio energetico.

Mac mini è il computer desktop a maggior efficienza energetica al mondo, e quando è inattivo consuma meno di 6 watt.

mac mini 2014

Requisiti elettrici e operativi

Voltaggio: 100-240V CA

Frequenza: da 50Hz a 60Hz, monofase

Potenza massima continua: 85W

Temperatura operativa: da 10 a 35 °C

Temperatura di stoccaggio: da -40 a 47 °C

Umidità relativa: da 5% a 95% in assenza di condensa

Altitudine operativa: testato fino a 3000 m

Prestazioni acustiche tipiche:

livello di pressione sonora (posto operatore): 12 dBA quando inattivo (Prestazioni acustiche misurate dalla postazione tipica di un utente, seduto davanti a un sistema Mac mini con configurazione standard. Le prestazioni acustiche possono variare in base alla configurazione.)