Il paesaggio i fotografia

Non basta fotografare un bel paesaggio per avere una bella foto... è necessario rendere quel paesaggio interessante

Se non riuscite ad avere a portata di clic uno di quegli stupendi paesaggi che trovate in posti tanto lontani da dove abitate, e che uno potrebbe dire “Eh, con paesaggi così belli, è facile fare delle belle foto”?

Beh, non è sempre vero che un bel paesaggio equivalga a una bella foto. Anche allontanandosi di poco da casa sono convinto che ci sono posti stupendi. Renderli interessanti spetta... al fotografo – come anche renderli suggestivi, angoscianti, ecc.

Linee diagonali, nuvole, prospettive insolite. Giocate su questi e altri motivi compositivi per rendere una foto interessante.

Prima di scattare pensate a una persona vicina a voi che vi chiede: “Perché hai fatto questa foto?” E provate a rispondervi. Lo so, non è facile uscire da se stessi e guardarsi, ma è un buon esercizio per acquistare più consapevolezza sul nostro hobby o sul nostro lavoro.

Qui sotto vi presento alcune foto di luoghi non certo turistici, ma che ho cercato, in qualche modo, di rendere, appunto “interessanti”. Così la domanda “Perché hai fatto questa foto” trova una risposta immediata negli occhi del fruitore.

E se siete – come spero – alla ricerca di sempre qualcosa in più per accrescere le vostre competenze, vi invito a leggere il mio articolo sul paesaggio – con alcune linee guida di tecnica fotografica – o, ancora meglio, di consultare la biografia nella sezione libri.

Alcune foto paesaggistiche di esempio

Il paesaggio in fotografiaUna visione del fiume Astico in localiità Tezze sul Brenta. Ho giocato con le linee diagonali, con le rocce in primo piano e con le nuvole.
Obiettivo: Tokina 12-24mm F/4. Fotocamera: reflex Nikon D500.

Il paesaggio in fotografiaStesso soggeto, obiettivo e fotocamera, ma con uno sviluppo in verticale.

Il paesaggio in fotografiaNikon D500 con il piccolo Nikkor AF-S 35 mm F/1.8 G.

Il paesaggio in fotografiaUna cava di ghiaia. Ho utilizzato il bianco e nero aumentare il senso di drammaticità.
Obiettivo: Tokina 12-24mm F/4. Fotocamera: reflex Nikon D500.

Il paesaggio in fotografiaQuanto potrebbero essere belli dei ripetitori? Probabilmente poco. In questa foto ho voluto usare le ampie campiture cromatiche del cielo azzurro e della grande nuvola bianca sulla destra per dare più senso a questi poveri ripetitori. Ci sarò riuscito?
Obiettivo: Tamron 70-210 mm F/4. Fotocamera: reflex Nikon D500.

Il paesaggio in fotografiaLe nuvole sono le protagoniste dei prossimi scatti- Ma in questo caso ci sono anche i cavi elettrici...
Obiettivo: Tokina 12-24 F/4. Fotocamera: reflex Nikon D500.

Il paesaggio in fotografia Obiettivo: Tokina 12-24 F/4. Fotocamera: reflex Nikon D500.

Il paesaggio in fotografia Obiettivo: Tokina 12-24 F/4. Fotocamera: reflex Nikon D500.

Il paesaggio in fotografia Obiettivo: Tokina 12-24 F/4. Fotocamera: reflex Nikon D500.

Il paesaggio in fotografia L'intervento umano (il sentiero a zig-zag) sul paesaggio naturale crea una sorta di grafia che lo contraddistingue e lo rende diverso dal solito. E dove porterà quel sentiero? Un elemento narrativo che dà una possibile storia alla fotografia.
Obiettivo: Tamron 70-210 F/4. Fotocamera: reflex Nikon D500.

Il paesaggio in fotografia Un vista panoramica dove una nuvola, un piccolo sentiero e le montagne che sfumano nella nebbiosa pianura possono offrire un senso di pace e tranquillità. Le tonalità di questa foto sono l'azzurro, il verde (predominanti) e il bianco.
Obiettivo: Zeiss 25 mm F/2.8. Fotocamera: reflex Nikon D500.