Fotocamere Olympus – Giappone

Breve storia dell'azienda e delle sue fotocamere


Fondata da Takeshi Yamashita nel 1919 con il nome di Takachiho Seisakusho, l’azienda registrò il marchio Olympus nel 1921.

Olympus ha iniziato a produrre fotocamere a partire dal 1936, con la sua prima fotocamera, la Semi-Olympus I. Nel corso degli anni, Olympus ha sviluppato una vasta gamma di fotocamere, sia analogiche che digitali, che hanno giocato un ruolo importante nell'evoluzione della tecnologia fotografica.

La fortuna nel campo delle fotocamere ha inizio tra gli anni ’50 e ‘60, con l’idea di creare una fotocamera così semplice da usare e da trasportare leggera e pratica come una penna. Nel 1959 nasce l’Olympis PEN - con il contributo del designer Yoshihisa Maitani - un’elegante macchina fotografica per il mercato della gente comune - l’idea è così vincente che è stata riproposta anche per il mercato digitale molti anni dopo.

La serie Pen F aveva un design unico con un sistema di mirino a prisma semicircolare. Nel 1972, Olympus ha introdotto l'Olympus OM-1, una fotocamera SLR di fascia alta che ha fatto la storia della fotografia per la sua compattezza e la sua leggerezza - la più piccola e leggera reflex 35mm, La Olympus OM-1 è stata seguita da una serie di fotocamere OM, che hanno consolidato la posizione di Olympus nel mercato delle fotocamere reflex.

Negli anni '80 e '90, Olympus ha sviluppato una serie di fotocamere compatte di successo, tra cui la serie XA, che aveva un design ultracompatto e una qualità d'immagine eccellente, e la serie mju, che era resistente all'acqua e alla polvere e aveva un design elegante.

Nel 1990, durante il Photokina, Olympus presenta la sua prima fotocamera Bridge: la Olympus IS 1000, una reflex 35mm autofocus con obiettivo zoom non intercambiabile.

Negli anni 2000, Olympus ha fatto il grande passo nel mondo delle fotocamere digitali, con la sua prima fotocamera digitale a obiettivo singolo (SLR), la Olympus E-1, che è stata presentata nel 2003. Nel 2008, Olympus ha introdotto la sua prima fotocamera senza specchio, la Olympus PEN E-P1. Olympus ha continuato a sviluppare fotocamere senza specchio innovative, tra cui la serie OM-D, che ha introdotto un design vintage e una tecnologia avanzata, come la stabilizzazione dell'immagine integrata nel corpo macchina.

Negli ultimi anni, Olympus ha venduto la sua divisione fotocamere a Japan Industrial Partners, Inc. (JIP), che ha continuato a produrre fotocamere Olympus sotto il marchio OM-D, mantenendo il design e la tecnologia che hanno reso celebre Olympus nel mondo della fotografia.

Nella fotografia esistono, come in tutte le cose, delle persone che sanno vedere e altre che non sanno nemmeno guardare.

Nadar

Cronologia in pillole

1936
Dopo essersi dedicata negli anni precedenti alla progettazione e costruzione di strumenti ottici di precisione, Olympus presenta al pubblico la sua prima fotocamera denominata "Semi-Olympus”, con obiettivo 75 mm Zuiko a focale 4,5.

1937
Viene realizzata l’Olympus Standard, dotata di telemetro e obiettivi intercambiabili. La produzione è limitata a soli 10 esemplari.

1941
Con l’entrata in guerra, la fabbrica rivolge la sua produzione esclusivamente a strumenti ottici per le armi di battaglia.

1946
Esce il modello Olympus Six, la cui produzione dura fino al 1957.

1949
Esce l’Olympus 35 IV. Sul dorso della macchina, la scritta “Made in Occupied Japan”.

1950
Olympus produce il primo gastroscopio al mondo, in grado di fare foto, grazie ad una sonda, all’interno dello stomaco.

1952
Viene presentata la Olympus Flex, con formato 120mm.

1959
Viene prodotta l’Olympus PEN, fotocamera a pellicola 35mm di mezzo formato (18x24). Il termine “Pen” vuole significare l’estrema naturalezza con la quale si adopera questa fotocamera, che viene utilizzata come si usa una penna. La produzione dura fino agli anni ’80 con le denominazioni PEN-S (1965), PEN E (1961/1981), PEN D (1962/1965), PEN F (1963/1969).

1965
Viene prodotta l’ Olympus 35 LE, che rappresenta un grande passo avanti nel design della casa nipponica.

1971
Viene presentata al Photokina l’ Olympus Maitani (OM), che si caratterizza per l’innovativa miniaturizzazione dei componenti e per il sistema rivoluzionario di misurazione della luce.

1990
Esce il sistema Olympus iS, ovvero la fotocamera di tipo “bridge”.

2003
Olympus mette nel mercato la sua prima reflex digitale con sensore Quattro Terzi.

Alcune delle fotocamere prodotte da Olympus

Olympus OM-1

2022. La OM-1 rappresenta un punto di arrivo e di rinascita. La società Olympus infatti ha venduto il segmento imaging a un fondo di investimento giapponese che ha dato la vita a OM System. La OM-1 è una fotocamera nata da questo settore: mirrorless ammiraglia tropicalizzata, con sensore 4/3" da 20 megapixel, sensibilità fino a 25600 Iso e video 4K a 60 fps (o Full HD a 240 fps).

Olympus Pen E-P7

2021. Un sensore micro quattro terzi da 20 megapixel per una fotocamera incredibilmente piccola (118,3 x 68,5 x 37,1 mm e 337 g), ispirata ad un classico della fotografia. La tecnologia è però all'avanguardia, con stabilizzatore su 5 assi, video in 4K, e funzioni creative uniche come gli Art Filter.

Olympus TG-820

Prodotta nel 2012, è una compatta resistente all’acqua con sensore CMOS 1/2.3” da 12 MP. Sensibilità Iso 100-6400, focale 24-140 mm, apertura diaframma F/3.5-5.9, Video Full HD, zoom 40x, dimensioni 101x65x26 mm, peso 206 grammi.

Olympus Pen E-PM1

Prodotta nel 2011, è una compatta con sensore Quattro Terzi CMOS da 12 MP. Sensibilità Iso 200-1600, zoom 2x, display Lcd da 3”, dimensioni 110x64x34 mm, peso 265 grammi.

Olympus E-P3

Compatta con sensore CMOS Quattro Terzi (Four Thirds - uno standard fotografico presentato nel 2011 e sviluppato da Olympus e Kodak) da 12 MP. Sensibilità Iso 100-12800, zoom 2x, display LCD da 3”, dimensioni 122x69x34 mm, peso 369 grammi.

Olympus Camedia

Compatta digitale da 3 MP con sensore 1/1.8” CCD, prodotta nel 2000. Focale 32-96 mm, apertura diaframma F/2.8-11, dimensioni 109x66x76 mm. peso 380 grammi.

Olympus Mju II

1997. Piccola, leggera ed estremamente portatile, economica e facile da usare, fu prodotta nel 1997. Ottima fotocamera a pellicola 35mm con lente luminosa F/2.8.

Olympus OM-4

Presentata nel mercato nel 1984, e prodotta fino al 1987, la Olympus OM-4 è la prima fotocamera della serie OM interamente elettronica. Disponeva di esposimetro a cristalli liquidi multi spot, che permette al fotografo professionista un controllo totale sull’esposizione. Fu una delle migliori reflex professionali.

Olympus OM-2

Fotocamera reflex a pellicola 35mm, la prima ad avere una componente elettronica. Fu prodotta in diversi modelli dal 1975 al 1978. Disponeva di esposimetro TTL multi area e mirino ottico. Le sue dimensioni erano 136x83x86 mm e pesava 520 grammi.

Olympus 35 RC

Prodotta a partire dal 1970. È una compatta a pellicola 35mm. Con esposizione automatica e manuale e lente da 42 mm F/2.8 con 5 elementi in 4 gruppi.

Olympus Trip 35

Prodotta dal 1968 al 1988, è una compatta automatica con pellicola 35mm. Leggera ed economica, ne sono stati venduti circa 10 milioni di esemplari. Disponeva di una lente da 40mm F/2.8 Olympus D. Zuiko, con 4 elementi in 3 gruppi.

TecnicaFotografica

Tecniche e consigli per la fotografia e la post produzione.
Dalla scelta della fotocamera, alla scelta degli obiettivi e degli accessori, fino ai diversi generi fotografici, alle regole della composizione e alle più recenti tecniche digitali.

Capitoli principali