Tamron SP Di 90 mm AF Macro F/2.8

Il leggendario dalle grandi performance

Tamron 90mm Macro F/2.8 SP

Amo questo obiettivo nonostante siano usciti diversi aggiornamenti di questa lente – a cui è stata aggiunta la stabilizzazione, indicata da Tamron con la sigla VC (Vibration Compensation), e il motore ultrasonico per la messa a fuoco (USD, ovvero Ultrasonic Silent Drive).

Quando faccio macro solitamente utilizzo il cavalletto e focheggio in manuale. Quindi non ho bisogno di VC e USD – nonostante riconosca che entrambi in altre situazioni possono dimostrarsi molto utili.

Il leggendario Tamron 90mm F2.8 è stato prodotto in diverse versioni via via migliorate per oltre 30 anni, per cui rappresenta una lunga tradizione nei macro della serie Super Performance (SP*). Offre un rapporto d'ingrandimento di 1:1. La versione Di è stata progettata per reflex digitali ed è caratterizzata da un nuovo trattamento multistrato che ottimizza il comportamento dell'obiettivo per quanto riguarda le luci parassite.

Nella foto qui sotto, il Tamron alla sua massima estensione d'ingrandimento – foto a destra
Tamron 90mm Macro F/2.8 SP

Eccezionale qualità di immagine

Il design ottico di questo obiettivo utilizza un elemento XLD di alte prestazioni (Extra Low Dispersion), che è prodotto in materiali speciali di vetro che presentano un indice di dispersione del colore estremamente basso. Con questo viene indicata la capacità del vetro di decomporre un raggio di luce nei suoi colori spettrali. Le proprietà di dispersione sono ancora più basse delle lenti LD standard e corrispondono più o meno al valore di fluorite. La lente XLD fornisce in combinazione con l'elemento LD il contrasto e la brillantezza più alta/o. Questo previene efficacemente la problematica e cromatica aberrazione della telefotografia e fornisce anche nelle zone periferiche la massima nitidezza. Il risultato è una lente che compensa l'aberrazione cromatica e l'ingrandimento assiale in tutta la gamma di zoom e garantisce la massima risoluzione e brillantezza per le vostre immagini.

Il Tamron 90mm SP AF è incisivo, molto nitido, e ha uno sfocato (bokeh) bellissimo e molto gradevole. Lo utilizzo in primis per la macro fotografia, ma ha i suoi pregi anche nei ritratti e in alcune foto paesaggistiche. Molto comodo per passare dal fuoco automatico a quello manuale grazie alla sua ghiera che si aziona manualmente spingendola avanti o indietro.

Macro 1:1

Questo obiettivo offre una scala di riproduzione di 1:1, per dare grande rilievo anche ai dettagli più piccoli. È quindi ideale per i primi piani di animali, piante e oggetti inanimati. Grazie all’eccellente qualità dell’immagine e all’elevata luminosità, il Tamron 90mm macro si utilizza per la fotografia di piccoli fiori e piccoli insetti. Vi garantisco che vi darà molte soddisfazioni.

Nellle foto qui sotto due esempi di fotografia macro a tulipani. Nella prima foto, una sorta di "ritratto" ai fiori. Nella seconda foto, una macro al bocciolo che sta per fiorire.

Tulipani

Bocciolo di tulipano

Non solo macro...

Il Tamron 90mm è spesso definito il "macro da ritratto", perchè la focale è ideale anche per eseguire ritratti. Grazie alle 9 lamelle del diaframma lo sfocato è davvero piacevole e, personalmente, amo anche i colori del Tamron. Il peso contenuto ne fa un ottimo compagno di viaggio, perché questo obiettivo si presta molto anche alle foto paesaggistiche.

Caratteristiche

  • Lunghezza focale [mm] 90
  • Diaframma massimo F/2.8
  • Distanza minima di messa a fuoco [m] 0.29
  • Rapporto di ingrandimento massimo 1:1
  • Diametro filtro [mm] 55
  • Peso [g] 405
  • Codice articolo 272E
  • Gruppi-Elementi 9-10
  • Angolo di campo 27-27
  • Numero lamelle diaframma 9
  • Diaframma minimo F/32
  • Diametro x lunghezza [mm] 71.5 x 97

Video recensione del Tamron SP Di 90mm Macro F/2.8

Le diverse versioni a confronto

Tamron ha sviluppato diverse versioni di questo straordinario obiettibo. A cominciare dalla versione con apertura F/2.5. Questa prima versione si fermava al rapporto di riproduzione 1:2. Non era quindi un vero e proprio macro come solitamente si intende: un vero macro ha, infatti, un rapporto di riproduzione almeno di 1:1. Ciò significa che un soggetto viene riprodotto sul sensore della fotocamera alle sue dimensioni reali.

La macrofotografia può spingersi fino ad un rapporto di 20:1. Poi si parla di microfotografia e bisogna ricorrere al microscopio. Quando invece il rapporto è minore di 1:1 si parla di close-up.

Questa prima versione del Tamron 90mm – che risale ai primi anni '80 – aveva uno stile molto simile a Leica. L'ottica era composta da 8 elementi in 6 gruppi, aveva una distanza minima di messa a fuoco di 39 cm e pesava 420 grammi e aveva un diametro filtri di 49 mm.

Il successo di questo obiettivo portò Tamron a sviluppare una nuova versione nel 1996 con rapporto di ingrandimento 1:1 e, a quattro anni di distanza, a immettere nel mercato un nuovo 90 mm macro pensato specificatamente per le fotocamere digitali. Si tratta del Tamron Di SP 90mm AF , prodotto a partire dal 2000. Il rappporto di ingrandimento è di 1:1, la costruzione ottica è costituita da 9 elementi in 10 gruppi, il diaframma è a 9 lamelle per un bellissimo bokeh, ha un peso di 405 grammi e una minima distanza di messa a fuoco di 29 centimetri. Questa versione del Tamron è adatta sia a fotocamere DX che Full Frame. Non ha un motore di autofocus interno, e non è stabilizzato.

Nel 2012 esce una nuova versione del 90 mm della Tamron, a cui viene aggiuta la stabilizzazione (VC) e un motore ultrasonico per la messa a fuoco (USD). Il numero di lamelle del diaframma rimane sempre di 9, mentre crescono le componenti dell'ottica (11 elementi in 14 gruppi). Muta anche il peso, che passa dai 405 grammi ai 550 grammi.

Il 2016 vede la produzione di una nuova versione, con un design diverso – che coinvolge tutte le altre ottiche del gruppo. Il numero di lamelle del diaframma e la costruzizone rimangono invariate, ma viene aggiunto nell'ottica uno strato di rivestimento nano-strutturato contro la riflessione e gli artefatti d'immagine indesiderati – chiamato eBAND. L'obiettivo arriva a pesare 609 grammi.

La serie Tamron 90mm macro


Foto di esempio con il Tamron 90mm F/2.8 SP Macro

Guarda anche le foto della gallery 1 in QHD

Guarda anche le foto della gallery 2 in QHD

Argiope fasciata

Fiore

Pannocchia

Coccinella

Libellula

Fiore

Fiore

Fiore

Vigneto a Treviso

Ape su un fiore

Peperone con insetto

Gocce d'acqua

Altri obiettivi per fotocamere reflex