Scegliere il treppiede giusto

Da utilizzare in studio o per foto con scarsa luce e lunga esposizione

Treppiede fotografico

Ne esistono tantissimi nel mercato. A voi la scelta. L’importante è che siano abbastanza robusti da permettervi il montaggio di obiettivi anche di grosse dimensioni - solitamente tutti gli zoom professionali con focale fissa - senza il pericolo che il treppiedi, per il troppo peso e lo scarso equilibrio, cada a terra portando con sé la vostra beneamata macchina fotografica - compreso il costosissimo obiettivo!

I treppiedi o tripodi – o cavalletti – possono essere utilizzati per diverse situazioni. Nello studio fotografico per mantenere la stessa inquadratura con soggetti diversi su uno stesso fondale, nelle foto paesaggistiche con lunghe esposizioni, nelle foto sportive e naturalistiche, dove il tripod vi aiuterà anche nel sostenere senza troppa fatica pesanti obiettivi - solitamente zoom molto luminosi che possono pesare più di un chilo.

Il tripod vi aiuterà anche nel definire la corretta composizione degli elementi presenti nell'inquadratura, e vi aiuterà a raggiungere risultati sempre migliori.

Treppiede fotografico
Ricordate che più il trepppiede è pesante, maggiore sarà la sua stabilità. Difficile trovare un treppiede che sia stabile... e allo stesso tempo leggero!

Le funzioni principali del treppiede

Stabilità: la funzione primaria di un treppiede è fornire una piattaforma stabile per la tua fotocamera. Elimina il tremolio e le vibrazioni indesiderate causate dal movimento della mano, rendendo possibile scattare foto nitide e senza sfocature.

Lunghe esposizioni: un treppiede è fondamentale per le lunghe esposizioni, come le fotografie notturne, i flussi d'acqua o le stelle. Consentendo all'obiettivo di rimanere aperto per un periodo prolungato, il treppiede impedisce che le immagini diventino sovraesposte o sfocate a causa delle piccole vibrazioni.

Composizione precisa: utilizzando un treppiede, puoi comporre le tue immagini con precisione, posizionando la fotocamera esattamente dove desideri. Questo è particolarmente utile per la fotografia di paesaggi, architettura e fotografia macro.

Ritratti: un treppiede è utile anche per i ritratti, in quanto consente al fotografo di interagire meglio con il soggetto senza dover preoccuparsi di sostenere la fotocamera.

HDR e esposizioni multiple: quando si catturano diverse esposizioni per creare un'immagine HDR (High Dynamic Range) o esposizioni multiple, il treppiede garantisce che le diverse immagini si allineino perfettamente.

Fotografia di prodotto: per le immagini di prodotti o oggetti in studio, un treppiede consente di mantenere la stessa inquadratura e composizione durante tutto il processo di scatto.

Video: i treppiedi non sono utili solo per la fotografia, ma sono anche fondamentali per la registrazione video. Forniscono stabilità durante la ripresa video, consentendo panning e inclinazioni fluidi.

Controllo preciso: i treppiedi offrono controllo preciso sull'inclinazione e la rotazione della fotocamera attraverso l'uso di teste specializzate, come le teste a sfera o le teste a pan e inclinazione.

Telefotografia e macrofotografia: quando si utilizzano obiettivi teleobiettivo o per la macrofotografia, anche le piccole vibrazioni possono influire notevolmente sulla qualità dell'immagine. Un treppiede è essenziale in queste situazioni.

Se desiderate un tripod da portarvi a spalla - se vi piace fare passeggiate o giri in bici - vi consiglio anche in questo caso un treppiedi leggero ma... robusto!
Treppiede fotografico

Ovviamente con tutti i compromessi che possono esserci nel rapporto leggerezza / robustezza. Io ad esempio ho scelto per le mie escursioni un Hama, e ne sono pienamente soddisfatto - troverete altre marche e altre tipologie di cavalletto, perché anche in questo caso le case produttrici ne sfornano diversi modelli all’anno, ma fate in modo che sia robusto e affidabile, è una spesa che fate una volta e poi potrebbe durarvi per sempre. Un altro cavalletto leggero e robusto, con testa a sfera e sgancio rapido è lo Slik Sprint 150.

Quando si cerca un treppiede, ci sono alcune caratteristiche da considerare, ad esempio:

Altezza e peso: Verifica se il treppiede è abbastanza alto per le tue esigenze e quanto pesa. Un treppiede leggero e compatto è ideale per la portabilità.

Capacità di carico: Assicurati che il treppiede sia in grado di sostenere il peso della tua fotocamera e dell'obiettivo che intendi utilizzare.

Materiali: I treppiedi possono essere realizzati in alluminio o fibra di carbonio. La fibra di carbonio è leggera ma costosa, mentre l'alluminio è più economico ma più pesante.

Testa del treppiede: Controlla che il treppiede abbia una testa adatta alle tue esigenze. Le teste a sfera sono versatili, mentre le teste a pan e inclinazione sono migliori per scatti precisi.

Stabilità: Assicurati che il treppiede sia stabile e che le gambe possano essere bloccate in posizione.

Compattezza: Se hai bisogno di un treppiede portatile, cerca uno che possa essere piegato in modo compatto.

Prezzo: Il costo può variare notevolmente in base alle caratteristiche del treppiede.

Piccoli (mini) treppiedi

Tra i cavalletti mini, ideati essenzialmente per le fotocamere compatte, vi suggerisco il Manfrotto Pixi, un piccolo, leggero ma robusto tripod che supporta fino a 1 kg di peso - e che quindi può essere utilizzato anche con le Reflex entry-level. Il Pixi ha una linea elegante ma soprattutto è robusto e solido, ottimo da portare con sé, ma anche una buona soluzione per gli still-life non troppo impegnativi.

Treppiede fotografico

Le teste per i treppiedi

Un elemento molto importante di ogni treppiede è la cosiddetta testa. Essa consentono al fotografo di orientare la fotocamera in modo preciso e di bloccarla in posizione. Ci sono diverse tipologie di teste, ognuna con le proprie caratteristiche e vantaggi. Ecco alcune delle principali teste per treppiedi fotografici:

Testa a sfera (Ball Head): questa è una delle teste più popolari per la sua semplicità e versatilità. Una sfera consente un movimento fluido in qualsiasi direzione, ed è possibile bloccare la posizione in modo rapido e semplice. Le teste a sfera sono ideali per la fotografia generale e la composizione rapida.

Testa a sfera

Testa a pan e inclinazione (Pan-and-Tilt Head): questa testa è costituita da due manopole separate che consentono il movimento panoramico (pan) e l'inclinazione (tilt) in modo indipendente. È particolarmente utile per la composizione precisa in situazioni in cui è necessario controllare separatamente l'orizzonte e l'angolo di inclinazione. Nella foto sotto una testa ad inclinazione motorizzata.

Testa a pan e inclinazione

Testa a pistola (Pistol Grip Head): questa testa è progettata con una leva a pistola che permette di regolare l'orientamento della fotocamera in modo rapido e senza sforzo. È comoda per la fotografia d'azione e per i fotografi che desiderano regolare la posizione con una sola mano.

Testa a pistola

Testa a tre vie (3-Way Head): questa testa ha tre manopole o leve, ciascuna controlla un tipo di movimento: panoramico, inclinazione e rotazione. È ideale per la composizione precisa e per chi ha bisogno di controllare con precisione ciascun aspetto dell'inquadratura.

Testa a tre vie

Testa a ghiera (Geared Head): le teste a ghiera sono dotate di manopole con ingranaggi che consentono una regolazione precisa e fine dell'orientamento. Sono spesso utilizzate in fotografia architettonica e di studio.

Testa a ghiera

Testa fluida (Fluid Head): questa testa è progettata principalmente per la registrazione video. Offre movimenti fluidi e uniformi per le riprese video, consentendo panoramica e inclinazione controllate.

Testa fluida

Testa panoramica (Panoramic Head): questa testa è progettata appositamente per la fotografia panoramica. Consente una rotazione precisa intorno all'asse dell'obiettivo, facilitando la creazione di panoramiche perfette.

Testa panoramica

Testa a croce (Gimbal Head): questa testa è progettata per supportare obiettivi pesanti, come i teleobiettivi. Permette di bilanciare il peso dell'obiettivo in modo che la fotocamera rimanga stabile e orientata correttamente.

Testa a croce – Giambal
La scelta della testa dipende dalle tue esigenze fotografiche specifiche. Le teste a sfera sono versatili e adatte a molte situazioni, ma potresti voler considerare altre opzioni in base al tipo di fotografia che pratichi.

Quando il tempo ci opprime, talvolta è un secondo a salvarci. E’ il miracolo dell’attimo: essere, vedere o scattare una foto. La foto è lì, si raccoglie come un ciottolo sulla spiaggia… Oggi sappiamo che è l’attimo a salvarci...

Edouard Boubat

TecnicaFotografica

Tecniche e consigli per la fotografia e la post produzione.
Dalla scelta della fotocamera, alla scelta degli obiettivi e degli accessori, fino ai diversi generi fotografici, alle regole della composizione e alle più recenti tecniche digitali.

Capitoli principali