7artisans, Iris, Meike, Laowa, Orisha... e compagnia bella

Obiettivi di terze parti economici e molto luminosi

Esistono una serie di obiettivi tutti manual focus ma che hanno ben indicato l’apertura, che può andare da F/1.1 a F/1.2 a F/1.8 o a F/2.8. L’apertura diventa il non plus ultra di queste ottiche, che ovviamente vogliono rosicchiare quote di mercato ai vari Sigma, Tamron, Fujifilm ma anche Nikon, Canon e Zeiss.

Non posso nascondervi di essere stato molto incuriosito da queste ottiche, ma la mia curiosità qui si è fermata. Non ho avuto le motivazioni per acquistare uno di questi obiettivi e provarlo sul campo. Quindi se ritenete che la mia analisi sia priva di fondamenti empirici e perciò non utile, lasciate pure questa pagina. A chi invece vorrà seguirmi nelle varie tappe di questo articolo, allora cercherò di confidarvi le mie perplessità e l’analisi sulle caratteristiche meccaniche e ottiche di questa tipologia di marchi.

Per chi vuole seguirmi... iniziamo dunque!

I marchi che fanno parte di questa categoria – con tutti i distinguo necessari – sono ad esempio: Meike, Loawa, Oshiro, Iris, 7Artisans, Yougnuo... e tanti altri.

7Artisans

7Artisans produce lenti compatibili con mirrorless e reflex Fujifilm, Canon, Nikon, Olympus e Panasonic, Leica. È un’azienda cinese e produce lenti a focale fissa molto luminose. Si va dal 60mm F/2.8 Macro, al 35mm F/1.2, o al 55mm F/1.4, fino 25mm F/1.8, al 12mm F/2.8, al 7.5mm F/2.8 Fisheye, per finire – ma controllate il sito del produttore che nel frattempo potrebbe avere sfornato nuove lenti – con il 75mm F/1.25 per Leica M e, sempre per Leica M, il 50mm F/1.1. Il prezzo, ad esempio, per quest’ultimo obiettivo è di appena 380 sterline. Conoscete il prezzo di un obiettivo Leica? Molto superiore, nessun dubbio. Che cosa attrae di queste lenti? L’apertura, come detto sopra.

F/1.1 e un’apertura luminosissima – quasi che bastasse un’apertura luminosissima per avere un buon obiettivo. O, forse, come se tutti i fotografi avessero la necessità di fotografare in situazioni di bassa luce.

Anche brand di terze parti come Tamron e Sigma partecipano a questa nuova esigenza fotografica – e nemmeno Canon e Nikon si tirano indietro – è uscito il favoloso Nikkor NOCT 58mm F/0.95 per mirrorless con attacco Z. Il pay-off recita: La luce nell’oscurità.

Tra le caratteristiche, oltre a 17 elementi suddivisi in 10 gruppi, con quattro lenti ED, tre elementi asferici (di cui uno dal grande diametro), al trattamento ARNEO e Nano Crystal Coat, al trattamento al fluoro, la lente asferica smerigliata e l’anello di messa a fuoco di alta precisione... Il nuovo NOCT costa 8.500 euro (al momento del lancio, novembre 2019) e ha un peso di 2 Kg. È il peso della storia, perché questo obiettivo è una rivisitazione – con tutta la tecnologia odierna – del mitico Noct-Nikkor 58mm f/1.2 del 1977.

Qui sotto, il Nikkor Noct, che viene fornito anche di una valigetta.

Nikkor Z 58mm F/0.95 Noct

Ma ritorniamo ai nostri 7Artisans.

Un nome che già la dice lunga su tutta questa serie di brand. Ti immagini degli artigiani che fanno questi obiettivi con messa a fuoco manuale, come una volta... non voglio essere denigratorio, amo queste aziende che nascono con dei sani intenti fotografici e spronano anche il fotografo più amatoriale a provare l’ebrezza di mettere a fuoco in manuale – che vi garantisco è davvero un piacere, almeno con gli Zeiss.

7artisans nasce da un gruppo di giovani ingegneri e amanti della fotografia che provano a fare degli obiettivi fotografici. Dal gruppo di lavoro iniziale, rimangono sette persone: 7artisans per l’appunto. Gli obiettivi 7artisans sono davvero belli, sia alla vista che al tatto. Anche la scatola è ben curata. Gli obiettivi sono in metallo, senti la passione di chi li ha progettati, sono belli anche esteticamente... ma... mancano ancora un po’ di precisione.

Precisione nei giochi delle componenti meccaniche, leggermente soffici ai bordi, a volte un po’ di purple fringing e coma... Le foto che sfornano sono belle, ci mancherebbe. Quale azienda metterebbe sul mercato lenti che fanno brutte fotografie? – ma questo dipende anche dal fotografo, s’intende. Ma i 7artisans mancano ancora un po’ di maggior precisione.

Ed è proprio questo poco che determina il costo. Perché per fare le cose precise ci vuole tempo, studio, prove... Sono delle belle lenti, non dico di no, ma ancora un poco imperfette. Qualche differenza – qualche micron, oserei dire – che equivale a qualche centinaio di euro. E in effetti questi obiettivi hanno un costo davvero contenuto.

Il 7artisans 35mm F/1.2 per Fujifilm costa solo 179,00 euro (marzo 2020). Il Fujifilm XF 35 mm F1.4 R costa circa 550,00 euro... e lo Zeiss 35mm F/2 costa ancora di più. Quindi mi va bene il 7artisans per provare la fotografia a fuoco manuale, per avere un obiettivo di metallo che ne senti il peso, ed è accessibile a chi non può permettersi di aprire un mutuo per comperarsi un obiettivo, ma si ferma tutto qui. Mi ha fatto tanta voglia comperarmene uno, giusto per il piacere di provarlo, anche per incentivare questi artigiani che aiutano la mia arte... e chissà che un giorno, magari, non me ne comperi una di queste lenti, magari per Fujifilm.

Qui sotto, il 7artisans 35mm F/1.2 in versione bianca e nera. 7artisans 35mm F/1.2

Laowa Venus

Laowa Venus è un brand cinese. L’azienda è specializzata soprattutto su lenti macro. Anzi, direi Super-Macro – pur non mancando Fish-eye e grandangoli (si va dai 4 ai 24mm, poi iniziano i macro a varie focali, dai 24 ai 100 mm). I Super Macro – la Loawa li chiama Ultra macro – hanno rapporti di ingrandimento che arrivano fino a 5x. E con obiettivi dalle forme veramente originali, direi quasi neo-barocche.

Un esempio è il 24mm f/1.4 2X Macro (per Canon, Sony, Nikon, Pentax), ma altri interessanti e particolari obiettivi della Laowa sono il 15mm f/4 WA Macro decentrabile, o il 25mm f/2.8 2.5-5x Ultra Macro.

Tenete comunque presente che per fare foto macro con ingrandimenti di 5x... è un bel casino. Pazienza, treppiede naturalmente, e ancora tanta pazienza.

Qui sotto, il 24mm F/1.4 2x Macro. Laowa 24mm F/1.4 Macro 2x

Meike e Neewer

Passiamo ora al Meike MK-35 mm F/1.4 a messa a fuoco manuale (8 elementi in 5 gruppi – costo circa 120 euro a marzo 2020) o al Neewer 35 mm F/1.2 per fotocamere APS-C, a fuoco manuale anche questo, che costa solo 93,00 euro (7 elementi in 5 gruppi, diaframma a 12 lamelle). Prezzi imbattibili! 12 lamelle! Prezzi così bassi – come dicevo per i 7artisans – che uno può anche pensare di acquistarlo giusto per provarlo. Ti viene voglia di provarlo. Assolutamente!

A me, sinceramente, la voglia si è fermata al momento dell’acquisto – perché abituato con altre lenti penso che siano soldi buttati via. Guardando alcune recensioni in rete, ho capito che non sarei arrivato all’acquisto. Valgono i soldi che costano, non aspettatevi una qualità simile a marchi più blasonati. Per iniziare a fotografare sono comunque buone lenti, e soprattutto richiedono l’impiego di un piccolo e modesto budget.

Un’altra soluzione potrebbe essere quella di guardare al mercato dell’usato – penso a vecchie ottiche Nikon, Canon, Sigma, anche di qualche decennio fa – uso ancora, e con soddisfazione, il Sigma 24mm F/2.8 Super Wide II, giusto per fare un esempio di ottica vecchia ma assolutamente da provare...

Qui sotto, il Meike MK-35 mm F/1.4 a messa a fuoco manuale. Meike MK-35 mm F/1.4
La tendenza da parte di questi marchi (potremmo chiamarli di quarte parti?) è quella di sviluppare ottiche molto luminose, quasi una sfida a chi riesce ad arrivare a F/1.2.

Mitakon Zhongyi

La Mitakon Zhongyi – altra azienda cinese – produce anch’essa una serie di obiettivi a fuoco manuale, e anche lei distribuisce un’ottica dedicata alla fotografia macro, con rapporto di ingrandimento fino a 4.5x. Si tratta del 20mm f/2 4.5x Super Macro, con diaframma a 3 lamelle. Il costo è di soli 199,00 dollari. Se cercate una buona video recensione a questa lente, eccola: cliccate qui.

Può essere bello pensare di fotografare il microcosmo e di vederne le meravigliose trame... ma – ripeto come sopra – ci vuole tanta pazienza. Questi super e ultra macro sono dedicati a chi ha un campo ben specifico nella fotografia.

Conclusioni?

C’è da aggiungere che molte di queste ottiche sembrano identiche, e rimarchiate di volta in volta da aziende diverse. Il Fisheye 8 mm della tedesca Dörr, ad esempio, sembra un Samyang rimarchiato Dörr. Di questa azienda – che oltre alle lenti offre accessori per fotografia e video – voglio ricordare anche gli obiettivi macro con messa a fuoco manuale e con rapporto di riproduzione 2:1 (come il 60 mm F/2.8). Il costo è intorno ai 230,00 euro.

Anche il 60 mm Ulta Macro F/2.8 della Oshiro sembra un 60 mm Ultra Macro F/2.8 della Laowa...

Qui sotto, il 60mm F/2.8 macro della Laowa (a sinistra) e quello della Oshiro (a destra) di identica focale. Laowa e Oshiro 60mm F/2.8

Ancora? Opteka – e poi finiamo – è un altro di questi marchi. Oltre alle lenti (sempre a fuoco manuale) produce anche accessori per fotografia (flash, stabilizzatori, etc.). È un’azienda cinese ma le lenti vengono prodotte dalla coreana Samyang – che distribuisce anche lenti per Rokinon, dove accanto a quelle a fuoco manuale troviamo anche sistemi autofocus come il Rokinon 14 mm F/2.8 AF, l’85 mm F/1.4 AF, il 50 mm F/1.4 AF, etc.

Obiettivi per fotocamere reflex